Eccoli qua i miei piccoli con il loro vestito di carnevale, quello di Filippo è riciclato: lo ha indossato mia sorella, la mia figlia grande, la mia figlia piccola e ora tocca a lui!.
Carlotta, invece sfoggia un abito fatto tutto da me!!
Qaundo ero piccola (adolescente) nel periodo estivo andavo in case di due vicine che di mestiere fanno le sarte, vere sarte!!! e qualcosa sono riuscite ad insegnarmi, ora me ne rendo conto che giovani e pazienza/precisione non vanno d’accordo, e per cucire bene la pazienza e l a precisione sono necessarie.
L’anno scorso mi hanno regalato la stoffa i cotoni, la passamaneria, persino le balze per la sottogonna, che hanno smontato dalla sottogonna di un abito da sposa e sono di una stoffa rigidissima, pazzesca da lavorare, quando le stiri si afflosciano, appena si raffreddano tornano ridige! Mi hanno fornito il modello adatto per l’età della mia principessa, quest’anno l’ho allaragato un pò, ho aggiunto il pizzo argento e la passamaneria verde ed è ancora più bello, ma la cosa veramente bella era il sorriso di gioia di Carlotta quando mi ha detto: “sei una bravissima riparatrice!! ” per lei la riparatrice è la sarta. Queste sono soddisfazioni!!
Un grazie immenso a Vittoria e Alda, che mi hanno dato tutto l’occorrente per farlo e soprattutto le cognizioni per farlo!!
Annunci